Archivio

2021

Etnoantropologia

Vol 9, N° 1 (2021): EtnoAntropologia 9 (1) 2021

Murales in carta applicato alla saracinesca di un negozio di Napoli, in Via Monteoliveto, il cui proprietario ha cessato l'attività in questa tragica congiuntura pandemica. Rappresenta un giovane con mascherina sul volto mentre, curvo per il peso, si carica e si trascina sulle spalle un gigantesco e grave fardello su cui campeggia la data dell'anno 2020. Ne è autore Edie, street artist molto attivo nel capoluogo partenopeo. Foto di Eliana Ciampi.

2020

Antropologia in quota

Vol 8, N° 2 (2020): Antropologia in quota a cura di Laura Bonato

Particolare di un manifesto che pubblicizza le differenti opportunità di una vacanza invernale sulle Alpi. La corriera che avanza sulla neve, stipata all’inverosimile, mentre intenderebbe evocare, attraverso uno stile latamente fumettistico, un clima di spensierata e scompigliata allegria si fa pure, involontariamente, metafora del chiassoso, caotico, e scomposto disordine con cui il turismo colonizza sovente la montagna.
Ragazze con l’hijab

Vol 8, N° 1 (2020): EtnoAntropologia 8 (1) 2020

Ragazze con l’hijab, in occasione della Festa per l’Indipedenza della Somalia organizzata dalla Comunità Donne Somale. Fonte: Comunità Donne Somale.

Per la foto di copertina, si ringrazia  Jimale Hawo Mohamed, presidente della Comunità Donne Somale di Napoli e la redazione di http://www.stranieriincampania.it


2019

Copertina di Salute sessuale e riproduttiva

Vol 7, N° 1 (2019): Salute sessuale e riproduttiva a cura di Gianfranca Ranisio

Opera di Valentina Sisto, artista, designer e restauratrice di Bari ma residente a Roma da diversi anni, ricavata da un calco in gesso a una gestante, con il fine di ipostatizzare e celebrare l’epifania di una nuova vita che si annuncia aprendosi a un mondo dominato da complessità e contraddizioni ma che si auspica "luminoso".  https://www.facebook.com/bellymemory

 


2018

Copertina

Vol 6, N° 1 (2018): Russia e Ucraina. Percorsi etnografici e sviluppi antropologici a cura di Alberto Baldi e Tamara Mykhaylyak

Manifesto propagandistico con ragazze e ragazzi di differenti popoli dell’URSS in costumi tradizionali. In basso la scritta recita: “Gloria alla nostra amata patria”.






1 - 16 di 16 elementi